Lesioni della cartilagine ed osteocondrali e rigenerazione delle articolazioni


Lesioni della cartilagine ed osteocondrali e rigenerazione delle articolazioni

lesioni della cartilagineLe lesioni della cartilagine ed osteocondrali, ovvero lesioni che coinvolgono anche l’osso sottostante la cartilagine, sono lesioni che con il passare del tempo possono diventare invalidanti.

La cartilagine è il tessuto che riveste le articolazioni, una sorta di cuscinetto di rivestimento che consente alle ossa di scorrere l’una sull’altra e consente la mobilità. Può capitare che la cartilagine articolare si danneggi causando danni e dolori all’articolazione. Questo problema può comparire a qualsiasi età, ma soprattutto coll’avanzare degli anni. Le cause delle lesioni della cartilagine ed osteocondrali possono essere alcune malattie caratteristiche, traumi o l’usura dovuta all’utilizzo eccessivo o all’età.

Una terapia che dopo 10 anni funziona ed è ancora innovativa consente la rigenerazione delle articolazioni.

Il trattamento protesico è consigliato soprattutto per pazienti di età avanzata, quando la rigenerazione dei tessuti segue processi più lenti e non c’è altra alternativa. Quando si tratta di pazienti giovani è molto importante evitare il trattamento protesico. Questo per permettere di conservare nel tempo una vita ottimale.

La ricerca della rigenerazione naturale dei tessuti ha fatto grandissimi progressi e la terapia di rigenerazione osteocondrale è una realtà terapeutica dimostrata scientificamente.

Prima, per curare una articolazione danneggiata, bisognava sostituirla con pezzi di metallo che dopo circa 15 anni bisognavano essere sostituiti. Questo comportava un nuovo intervento chirurgico.

Oggi, grazie all’impianto di un presidio biologico in grado di rigenerare l’articolazione danneggiata, non vi è più la necessita di impiantare pezzi di metallo estranei nel nostro corpo.

Recenti congressi e pubblicazioni scientifiche dimostrano che questa terapia innovativa funziona nel tempo. Sempre più centri consentono innovativi trattamenti volti alla rigenerazione sia della cartilagine sia dell’osso immediatamente sottostante il che comporta la rigenerazione di una articolazione danneggiata. Inoltre, evidenze cliniche e scientifiche dimostrano come l’impiego di tale presidio biologico stimola la rigenerazione della cartilagine.

Come funziona?

Si tratta di un presidio biologico composto di nano strutture complesse, frutto dello studio scientifico di un’idea nata, sviluppata e studiata in Italia. Tessuti artificiali estremamente sofisticati vengono inseriti nella lesione articolare. Una volta inseriti attirano le cellule staminali in grado di differenziarsi e produrre nuova cartilagine e nuovo osso sottostante. In questo modo il tessuto viene rigenerato e la lesione guarita in modo naturale.

Ovviamente all’intervento deve fare seguito un appropriato processo riabilitativo finalizzato innanzitutto alla rieducazione articolare, quindi al recupero completo delle funzionalità di flessione ed estensione e delle capacità di movimento.

Al termine del percorso riabilitativo tutte le funzionalità articolari sono completamente recuperate.

Il video che puoi vedere QUI racconta il caso di uno sportivo che, dopo un infortunio invalidante e molti tentativi, grazie all’impianto del presidio biologico che gli ha rigenerato l’articolazione è tornato alla sua normale attività sportiva.

Ti potrebbe interessare anche Lesioni della cartilagine e trattamenti curativi innovativi

#lesionicartilaginee #cartilagine #adv

Lesioni della cartilagine ed osteocondrali e rigenerazione delle articolazioni
5 (100%) 14 votes

Related Post

Precedente Capospalla invernale da donna – come scegliere Successivo Hydro Nutritive di Eksperience – alleati dei capelli secchi

14 commenti su “Lesioni della cartilagine ed osteocondrali e rigenerazione delle articolazioni

  1. Irene Argiropoulos il said:

    Una nuova tecnica molto interessante che potrebbe migliorare la qualità della vita di tanta gente

  2. Giusy Loporcaro il said:

    Mia madre ha fatto un interventi simile ma alla spalla. Grazie delle informazioni, bisogna essere sempre aggiornati sulle ultime novità in campo medico.

  3. Un articolo davvero molto informativo, non conoscevo questa terapia innovativa per la lesione della cartilagine.

  4. io ne ero a conoscenza perché tempo fa ho redatto un articolo simile su questo argomento e dunque mi sono documentata

  5. enza nardone il said:

    degli ottimi consigli ho un ginocchio andato a male e sto cercando il modo migliore per sistemarlo devo prendere in considerazione questa possibilita’

  6. Anna Maria il said:

    Davvero un articolo molto interessante lo giro ad una mia amica che ha di questi problemi

  7. Rosaria il said:

    Un articolo davvero molto interessante lo farò leggere a mia sorella che ne soffre

  8. Cristina B il said:

    Ho trovato il tuo post informativo e interessante; ero rimasta a protesi e placchette di metallo in caso di interventi di questo tipo e devo dire che la scienza fa davvero passi da gigante

  9. Penny il said:

    giro il tuo articolo a mio cognato, ha proprio un problema di cartilagine al ginocchio dovuto a tanti anni di spot un po’ troppo pesante per le articolazioni

  10. anna correale il said:

    ottime info di cui non ero a conoscenza, da te scopro sempre argomentazioni interessanti

  11. maria boiano il said:

    una mia amica ha questo tipo di problema, non conoscevo questa possibilità, vado a vedere il video sono curiosa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.